La lezione che Renzi non vuole imparare

Il modo in cui Renzi ha risposto all’appello del Presidente Mattarella sulla legge elettorale conferma la sua irresponsabilità politica e istituzionale. Non contento di aver paralizzato da mesi i lavori della Commissione Affari Costituzionali, ora il segretario del Pd arriva persino a imputare la responsabilità dello stallo al pronunciamento democratico dei cittadini in occasione del…

Legge elettorale, abbassamento soglia del premio di maggioranza proposto dal M5S è incostituzionale

È sconcertante che, dopo mesi in cui il M5S ha ripetuto che qualsiasi riforma elettorale debba attenersi strettamente alle indicazioni della Consulta, ora improvvisamente Luigi Di Maio affermi che il Legalicum non è “inscalfibile”, peraltro proprio sul punto delicatissimo del premio di maggioranza. L’abbassamento della soglia per il premio dal 40 al 35% sarebbe a…

Modificare le priorità della politica economica per far ripartire il Paese

L’urgenza che abbiamo oggi è quella di cambiare le priorità della politica economica. Nell’ultima legge di bilancio, ad esempio, il governo ha deciso di destinare tre miliardi di euro alla riduzione dell’Ires, cioè della tassazione sui profitti aziendali, un provvedimento che sarà in gran parte a beneficio delle grandi imprese. Non sarebbe stato più urgente…

L’intesa sulla legge elettorale sarà possibile se il Pd passerà dalle parole ai fatti

Oggi in commissione Affari Costituzionali, con il pronunciamento di diversi gruppi di maggioranza e di opposizione, è emersa la possibilità di una maggioranza molto larga a favore della rapida adozione di un testo-base della legge elettorale, che parta dall’abolizione dei capilista bloccati e dall’armonizzazione delle soglie di sbarramento e della doppia preferenza di genere tra…

Legge elettorale, togliere i capilista bloccati può aiutare. Ora il Parlamento si riappropri della materia elettorale

La disponibilità annunciata da Renzi a rinunciare ai capilista bloccati, se autentica, rimuove il principale ostacolo all’intesa per una nuova legge elettorale. Verrebbe da dire: meglio tardi che mai. È anche positivo che l’ex-premier abbia riconosciuto che il ballottaggio non potrebbe mai funzionare in un sistema bicamerale, il che fa giustizia anche di alcuni strampalati…

Articolo 1 si pone come obiettivo la ricostruzione di una grande forza popolare e di governo che restituisca una casa politica agli italiani

I risultati del voto nei circoli del Partito democratico confermano che è nato definitivamente il Pdr, il partito di Renzi, e che ha ragione chi ha ritenuto che il Pd non fosse più recuperabile alla sua vocazione originaria. Una larga parte degli iscritti di sinistra sono andati via e sono stati sostituiti da altri di…