Comunicati

Centrosinistra: D’Attorre, Emiliano individui meglio obiettivi polemici

“Se Emiliano davvero si vuole battere per superare l’asse Renzi-Verdini e ricostruire il centrosinistra, deve individuare meglio i suoi obiettivi polemici. Anziché attaccare D’Alema o altri dirigenti di Articolo 1, Emiliano dovrebbe riflettere sul fatto che è stato il segretario del suo partito a picconare la credibilità di Gentiloni. Ciò è accaduto sia per vicenda…

Dettagli

Legge elettorale: D’Attorre, Verdini diventa dominus maggioranza

“I cinque voti di fiducia imposti oggi sulla legge elettorale non solo segnano un definitivo cambiamento della base parlamentare che sostiene il governo Gentiloni, ma sanciscono altri due dati politico-istituzionali che non possono essere ignorati: al Senato non c’è più una maggioranza assoluta che sostiene l’esecutivo e il numero legale viene garantito dall’apporto determinante di…

Dettagli

Centrosinistra: D’Attorre, risposte di Renzi e Rosato surreali

“Speranza ha avanzato al Pd una proposta di discussione seria e coraggiosa, dalla legge elettorale fino ai temi economici-sociali. Le prime risposte di Renzi e Rosato sono troppo surreali per essere vere, perfino rispetto allo standard a cui il Pd ci ha abituato negli ultimi tempi. Se in quel partito c’è ancora la volontà di…

Dettagli

Bankitalia: D’Attorre, “Grave se Boschi unica a sapere nel Governo”

“L’inseguimento propagandistico di Renzi al M5S nell’attacco a Bankitalia è sconcertante, date le ripetute dichiarazioni di sostegno dell’ex-premier al governatore Visco durante la sua permanenza a Palazzo Chigi”. Lo scrive in un post su Facebook il deputato di Articolo Uno – Mdp Alfredo D’Attorre. “Qualora confermato- prosegue -, ancora più grave sarebbe il fatto che…

Dettagli

L.elettorale: D’Attorre, “Ormai forzature non si contano più”

“Sulla legge elettorale ormai le forzature non si contano più”. Lo afferma il deputato di Articolo Uno – Mdp Alfredo d’Attorre. “Dopo lo strappo del voto di fiducia – prosegue -, è davvero singolare che la contraddizione contenuta all’art. 1 sia stata cancellata d’ufficio in sede di trasmissione del testo al Senato. La contraddizione era…

Dettagli

Legge elettorale: D’Attorre, Deputati Pd obbediscano a loro coscienza

Mdp ha presentato “28 emendamenti in aula alla Camera sulla legge elettorale sui temi su cui abbiamo fatto la battaglia in Commissione”. Lo ha detto Alfredo D’Attorre, deputato Mdp, al termine della riunione di coordinamento del partito. Un emendamento, ha spiegato, serve a “smascherare l’imbroglio di una legge coalizionale che in realtà non prevede il programma comune;…

Dettagli

Centrosinistra: D’Attorre, da Speranza proposta seria, Pisapia rifletta

“La proposta di Roberto Speranza di far eleggere dai territori, il prossimo 19 novembre, l’assemblea costituente della nuova forza progressista e di sinistra che vogliamo presentare alle elezioni politiche è molto seria e non merita risposte caricaturali”. Lo scrive su Facebook il deputato di Articolo Uno – Mdp Alfredo D’Attorre. “Giuliano Pisapia – prosegue nel…

Dettagli

Legge elettorale: D’Attorre, Rosatellum allontana centrosinistra

“Abbiamo votato contro perchè con questa legge elettorale è impossibile fare vere coalizioni basate sul programma, è un imbroglio che produrrà coalizioni farlocche senza la condivisione di un programma e di un progetto”. Così Alfredo D’Attorre, deputato di Articolo 1 -Mdp, ha spiegato la posizione del suo gruppo in commissione Affari costituzionali sul Rosatellum bis.…

Dettagli

Legge elettorale: D’Attorre a Orlando, Rosatellum divide il centrosinistra

“Ad Andrea Orlando sfugge che per la ricostruzione del centro-sinistra il Rosatellum, con le sue coalizioni farlocche senza condivisione del programma e della leadership, è perfino peggio del Consultellum”. Lo afferma il deputato di Articolo Uno – Mdp Alfredo D’Attorre. “L’approvazione di una legge elettorale sbagliata e a forte rischio di costituzionalità acuirebbe le divisioni…

Dettagli

Ius soli, D’Attorre: Giglio magico non vuole legge Alfano alibi

Dire che lo Ius Soli si approverà nella prossima legislatura, come ha fatto Maria Elena Boschi, è semplicemente ridicolo, oltre a essere una beffa per chi da anni attende il riconoscimento di un elementare diritto di civiltà. Lo scrive sulla sua pagina Facebook Alfredo D’Attorre, deputato di Articolo 1 – Movimento Democratico e Progressista. Poiché…

Dettagli

Legge bilancio, D’Attorre: Da oggi non scontati voti Mdp

Se dopo lo ius soli salta anche la legge elettorale e’ evidente che si sta lacerando il tessuto di collaborazione con il governo. A questo punto non saranno scontati i nostri voti su Def e legge di Bilancio”. Lo afferma Alfredo D’Attorre (Mdp). “Ormai – aggiunge – la bussola e’ l’accordo Renzi-Alfano. E noi non…

Dettagli

Fiscal compact: D’Attorre, presenteremo proposta revisione Articolo 81

“Oggi in Commissione Affari Costituzionali il governo, in risposta a una interrogazione di Articolo 1, ha espresso scetticismo su un possibile iter di revisione dell’articolo 81 della Costituzione, che corregga il principio del pareggio di bilancio con l’introduzione della golden rule a favore degli investimenti. Viene sollevato l’argomento dei tempi ristretti prima della fine della…

Dettagli

Fiscal Compact, e ora che il Pd passi dalle parole ai fatti

Oggi Orfini ribadisce la surreale accusa a Bersani di aver imposto l’approvazione del Fiscal Compact e del pareggio di bilancio in Costituzione. Fra un po’ magari scopriremo anche che Bersani è l’autore segreto della lettera della BCE del 2011, o che nel 2012 uno dei più convinti sostenitori dell’agenda Monti e dell’accusa a Bersani di…

Dettagli

Povertà, il gruppo dirigente Pd vive fuori dalla realtà

Il trionfalismo di Renzi e della Boschi per la revisione al rialzo di qualche decimale della stima del PIL 2017 conferma un impressionante distacco dalla condizione che vivono che ogni giorno le persone normali. Il gruppo dirigente del Pd vive ormai in un mondo parallelo rispetto a quello reale, in cui la disoccupazione giovanile rimane…

Dettagli

Sull’abolizione del fiscal compact Renzi ha la memoria corta

Da scrittore di libri ora Renzi propone di superare quel Fiscal Compact che da Presidente del Consiglio non ha voluto togliere dalla Costituzione. È agli atti parlamentari che durante l’iter della riforma costituzionale il governo ha espresso parere negativo sulla proposta, presentata da me e altri parlamentari, con la quale si voleva modificare il pareggio…

Dettagli

Domani con Pisapia inizia percorso di unità e chiarezza per restituire speranza al centrosinistra

È molto positivo che abbiano annunciato la partecipazione alla manifestazione in Piazza Santi Apostoli delegazioni di Sinistra Italiana e Possibile, oltre ad altri protagonisti dell’assemblea del Teatro Brancaccio. Così come è significativa la presenza annunciata da molti esponenti dell’area non renziana del Partito Democratico e da diverse esperienze del civismo progressista. È il segno del…

Dettagli

Si volta pagina rispetto al Jobs Act: no a precarizzazione e svalutazione del lavoro

La partecipazione popolare alla manifestazione della CGIL di oggi ci dice qualcosa che va al di là della vicenda specifica dei voucher. Una parte larga della società italiana esprime un no deciso sia alla precarizzazione e svalutazione del lavoro, sia al tentativo di aggirare diritti di partecipazione democratica sanciti dalla Costituzione. In questi giorni molti…

Dettagli

Elezioni Gb, sinistra torni a usare parola socialismo

Jeremy Corbyn fa guadagnare al Labour Party 10 punti percentuali e 31 seggi parlamentari rispetto al risultato del 2015. Per un soffio la rimonta ai conservatori non viene completata, ma per i laburisti si tratta del maggior incremento da un’elezione all’altra registrato dal dopoguerra a oggi. Corbyn ottiene poi un successo travolgente tra i giovani.…

Dettagli

L’inganno dei grillini sulla legge elettorale

La reazione scomposta del M5S dimostra che stavolta Grillo e i suoi sono stati beccati con le mani nelle marmellata. Dopo aver venduto ai loro iscritti l’illusione del sistema tedesco, i grillini prima hanno bocciato i nostri emendamenti sul voto disgiunto, cardine del sistema tedesco, e poi non hanno votato neppure a favore della preferenze…

Dettagli

La sinistra faccia tesoro del messaggio del Papa

“L’obiettivo non è un reddito per tutti, ma un lavoro per tutti. Senza lavoro per tutti non ci sarà dignità per tutti. Bisogna guardare senza paura e con responsabilità alle trasformazioni tecnologiche dell’economia e non bisogna rassegnarsi all’ideologia che sta prendendo piede ovunque, secondo la quale solo la metà o i due terzi dei lavoratori…

Dettagli

Intervento introduttivo a “Fondamenta” di Articolo Uno

Queste tre giornate di Fondamenta sono molto importanti per il cammino che abbiamo avviato. Rinnovo i ringraziamenti che ieri Francesco Laforgia ha fatto a tutti gli ospiti che hanno accettato il nostro invito, ai volontari che consentono di svolgere questo appuntamento e ai militanti che ci hanno raggiunto o ci stanno raggiungendo da posti talora…

Dettagli

Ritardi sulla legge elettorale conseguenza delle scelte politiche di Renzi

I mesi di rinvio sulla legge elettorale di cui parla il segretario del Partito Democratico sono stati imposti dalla melina e dalla confusione del suo partito. L’appello a non perdere tempo dovrebbe perciò consistere anzitutto in una poderosa autocritica. È surreale che Renzi, il giorno dopo che il Pd ha azzerato l’iter fin qui seguito…

Dettagli

Bene sconfitta Le Pen ma Macron non può dare risposte al disagio sociale

Di fronte alla vittoria in Francia di Emmanuel Macron è comprensibile il sollievo per lo scampato pericolo dell’elezione di Marine Le Pen, ma francamente non riesco a unirmi ai trionfalismi di queste ore. Il fatto che la Le Pen sia arrivata al ballottaggio e che abbia raddoppiato i voti rispetto al risultato ottenuto dal padre…

Dettagli

La lezione che Renzi non vuole imparare

Il modo in cui Renzi ha risposto all’appello del Presidente Mattarella sulla legge elettorale conferma la sua irresponsabilità politica e istituzionale. Non contento di aver paralizzato da mesi i lavori della Commissione Affari Costituzionali, ora il segretario del Pd arriva persino a imputare la responsabilità dello stallo al pronunciamento democratico dei cittadini in occasione del…

Dettagli

Elezioni in Francia, esito paradossale. Positivo risultato Mèlenchon

L’esito del primo turno delle presidenziali in Francia non è incoraggiante. Il paradosso è che, per evitare il rischio di una deriva xenofoba, i francesi dovranno ora affidarsi a Macron, il cui impianto liberista rappresenta però la continuità con le scelte che hanno determinato la crescita della destra lepenista. L’unica nota positiva è il notevole…

Dettagli

Modificare le priorità della politica economica per far ripartire il Paese

L’urgenza che abbiamo oggi è quella di cambiare le priorità della politica economica. Nell’ultima legge di bilancio, ad esempio, il governo ha deciso di destinare tre miliardi di euro alla riduzione dell’Ires, cioè della tassazione sui profitti aziendali, un provvedimento che sarà in gran parte a beneficio delle grandi imprese. Non sarebbe stato più urgente…

Dettagli

L’intesa sulla legge elettorale sarà possibile se il Pd passerà dalle parole ai fatti

Oggi in commissione Affari Costituzionali, con il pronunciamento di diversi gruppi di maggioranza e di opposizione, è emersa la possibilità di una maggioranza molto larga a favore della rapida adozione di un testo-base della legge elettorale, che parta dall’abolizione dei capilista bloccati e dall’armonizzazione delle soglie di sbarramento e della doppia preferenza di genere tra…

Dettagli

Legge elettorale, togliere i capilista bloccati può aiutare. Ora il Parlamento si riappropri della materia elettorale

La disponibilità annunciata da Renzi a rinunciare ai capilista bloccati, se autentica, rimuove il principale ostacolo all’intesa per una nuova legge elettorale. Verrebbe da dire: meglio tardi che mai. È anche positivo che l’ex-premier abbia riconosciuto che il ballottaggio non potrebbe mai funzionare in un sistema bicamerale, il che fa giustizia anche di alcuni strampalati…

Dettagli

Siria, per evitare escalation urge accordo con Russia

In Siria è avvenuto un attacco chimico sulla cui responsabilità ancora non vi è certezza. Evidentemente l’intelligence statunitense ha acquisito elementi per le quali ha ritenuto che la responsabilità fosse di Assad. Ma l’intervento, se da un lato sanziona il possibile responsabile di un vero e proprio crimine di guerra, dall’altro ha aspetti che destano…

Dettagli

Ospite ad Otto e Mezzo (La7) – Video integrale della puntata del 14 marzo 2017

Martedì 14 marzo – ospite di Lilli Gruber – a Otto e Mezzo mi sono confrontato con Beppe Vacca e Pietrangelo Buttafuoco sulle radici e sul futuro della sinistra. La ricostruzione di una forza di sinistra larga, popolare, con cultura di governo è essenziale per restituire una prospettiva vera di progresso all’Italia. Ecco il link per visionare…

Dettagli

Renzi ha affossato il Pd e riconsegnato il Paese alla destra

I risultati dei tre anni del governo Renzi sul piano economico, sociale e dei diritti sono sotto gli occhi di tutti. Siamo di fronte a un fallimento certificato dal risultato del referendum costituzionale, catastrofico per il Pd. Di fronte a questo scenario, credo che il 25% ottenuto da Bersani nel 2013, su cui Renzi ha…

Dettagli

Dopo la rottura del Pd, un nuovo inizio a sinistra

Si sta finalmente verificando ciò su cui abbiamo investito un anno e mezzo fa: vittoria del No al referendum, crisi irreversibile del renzismo, processo di ricomposizione delle forze progressiste e di sinistra. Dopo la rottura del Pd si accelera la costruzione di una grande forza popolare e di governo, in cui confluiscono tante forze che…

Dettagli

Il congresso di Sinistra Italiana non può diventare un fattore di divisione

Il Congresso di Sinistra Italiana non può diventare un fattore di divisione proprio nel momento in cui, grazie allo straordinario risultato del referendum, si apre un processo politico che può finalmente unire le forze che vogliono costruire una proposta di governo progressista alternativa al renzismo. È un rischio che va scongiurato, ricercando fino alla fine…

Dettagli

Aperte iscrizioni al Congresso fondativo di Sinistra Italiana (video)

Oggi abbiamo tenuto la conferenza stampa di presentazione del Congresso fondativo di Sinistra Italiana, che si terrà dal 17 al 19 febbraio a Rimini. È l’unica vera occasione di partecipazione democratica a sinistra prima delle elezioni politiche, per costruire un’alternativa alle fallimentari politiche di questi anni. Fino al 28 gennaio ci si può iscrivere personalmente…

Dettagli

Legge elettorale, l’unica via per un’intesa rapida e ampia è la convergenza sul proporzionale

Dopo i temi dell’immigrazione, Salvini sceglie la legge elettorale per dare un altro fulgido esempio della sua cultura democratica. L’invocazione al governo di un decreto sulla legge elettorale fa impallidire perfino l’imposizione della fiducia sull’Italicum da parte di Renzi. Nell’area del centrosinistra dovrebbero riflettere tutti sul fatto che il più fanatico sostenitore del sistema maggioritario…

Dettagli

Il Pd non ha ancora capito la lezione del referendum

I vertici del Pd dimostrano purtroppo di non aver ancora capito la lezione del referendum, dando l’impressione di voler riproporre le forzature che hanno segnato la sventurata vicenda dell’Italicum. Il Presidente del Pd Orfini dovrebbe sapere che dopo il 4 Dicembre il suo partito non può pensare di imporre alcunché e dovrebbe invece avvertire la…

Dettagli

Un anno fa avevamo visto giusto. Ripartiamo da qui per costruire una sinistra popolare e di governo nel segno del patriottismo costutuzionale

È stato un anno intenso per l’Italia e per la sinistra. Abbiamo fatto degli errori nel processo di formazione di Sinistra Italiana, che sono sicuro riusciremo a superare nel Congresso fondativo di febbraio, ma abbiamo compiuto la scelta di fondo giusta, quella di investire ogni energia nel referendum costituzionale. È stato per tanti di noi…

Dettagli

Dichiarazione di voto sulla fiducia al governo Gentiloni (video)

Oggi sono intervenuto in Aula alla Camera nella discussione generale sulla fiducia al governo Gentiloni. Ho fatto presente al Presidente del Consiglio incaricato che c’è un filo rosso che ha guidato il suo discorso di insediamento e la formazione del suo esecutivo: la totale rimozione della realtà, come se il voto del 4 dicembre e…

Dettagli

Il sogno di un nuovo campo progressista che sappia unire culture politiche diverse

Giuliano Pisapia è una personalità importante del centrosinistra e il suo contributo potrebbe essere prezioso per costruire un nuovo campo progressista, ma la sua intervista di oggi sembra francamente scritta prima del grande spartiacque del referendum, come se fosse stata pensata in un quadro che prevedeva la vittoria del Sì. La necessaria ricostruzione del campo…

Dettagli

L’avventurismo politico di Renzi minaccia la solidità e la credibilità del Paese.

La conferenza stampa del governo sulla legge di bilancio ha confermato che l’avventurismo politico ed economico di Renzi è oggi la principale minaccia alla solidità e credibilità del Paese. In una congiuntura internazionale difficile l’Italia avrebbe avuto bisogno di una guida capace di unire le energie migliori per superare le attuali regole europee e difendere…

Dettagli

La Corte costituzionale boccia la legge Madia: la pietra tombale sulla credibilità del governo

La bocciatura da parte della Corte costituzionale della legge-delega Madia sulla pubblica amministrazione è una pietra tombale sulla credibilità riformatrice del governo Renzi. Scrivono con i piedi una legge ordinaria come la riforma della pubblica amministrazione e, invece di chiedere scusa per la loro incapacità, reagiscono aggredendo l’autonomia della Corte costituzionale e qualificando la sua…

Dettagli

Un anno per la Costituzione

Comincia oggi l’ultima settimana della campagna referendaria. È il momento dello sforzo finale per tanti militanti e cittadini che in questo anno si sono mobilitati a difesa della Costituzione. È stata questa grande passione politica e civile che ha tenuto aperta la partita, a fronte dell’enorme squilibrio di risorse mediatiche ed economiche a favore del…

Dettagli

“La riforma danno per la democrazia”. L’intervista a gonews.it

di Giovanni Mennillo Sinistra Italiana continua la sua campagna per il ‘NO’ al Referendum costituzionale del 4 dicembre, anche nell’Empolese Valdelsa. Il deputato Alfredo D’Attorre era ospite oggi, lunedì 21 novembre, al cenacolo degli Agostiniani di Empoli per esporre le ragioni per cui opporsi alla cosiddetta riforma ‘Renzi-Boschi’.   1)Prima di entrare nel merito delle motivazioni…

Dettagli

Da Boschi falsità vergognose sulla sanità

È vergognoso che la Ministra Boschi continui a dire falsità sui benefici che la modifica della Costituzione porterebbe in materia di sanità. La tutela dei livelli essenziali di prestazione da parte dello Stato è già prevista dall’articolo 117 vigente della Costituzione, l’aggiunta della formula sulle “disposizioni generali e comuni” non aggiunge nulla di concreto, mentre…

Dettagli

De Luca fa campagna clientelare per il Sì

Ieri De Luca ha usato parole agghiaccianti nei confronti della Presidente della Commissione Antimafia Rosy Bindi. Oggi, grazie a Il Fatto quotidiano, veniamo a conoscenza di una riunione di qualche giorno fa in cui De Luca, utilizzando la sua carica di Presidente della Regione, ha convocato 300 amministratori locali campani incitandoli a utilizzare ogni risorsa…

Dettagli

Renzi assume tutte le posizioni pur di restare aggrappato alla poltrona

L’approssimarsi del 4 dicembre rende sempre più nervoso il Presidente del Consiglio e lo spinge a prendere posizioni che ormai quotidianamente sfidano la logica e lo stesso senso del ridicolo, fino al limite dello sdoppiamento della personalità. Renzi afferma che l’Italicum sarà sicuramente cambiato, Matteo conferma che il ballottaggio nazionale è il sistema migliore. Renzi…

Dettagli

Mille giorni del governo Renzi: la stabilità non rappresenta un bene in sé

Venerdì il governo Renzi compie mille giorni di permanenza al potere. Non potrebbe esserci dimostrazione più evidente del fatto che purtroppo la stabilità non rappresenta un bene in sé, indipendentemente da quello che gli esecutivi fanno. Il governo Renzi si avvia a diventare uno dei più duraturi e insieme dei più dannosi della storia repubblicana.…

Dettagli

Usa, con Clinton sconfitta sinistra pro-establishment

Dopo il voto sulla Brexit, la vittoria di Trump conferma che il fronte unico dell’estabilishment contro l’avanzata dei ‘populisti’ è una scelta suicida. La sinistra e i progressisti devono capire che questa globalizzazione trainata dalla finanza non è più difendibile. Accresce a un livello intollerabile le diseguaglianze, aggrava la svalutazione del lavoro e spinge settori…

Dettagli

Pronto al confronto con Renzi sul referendum costituzionale

Leggo sulla stampa che il Presidente del Consiglio e il suo team mi avrebbero inserito tra gli esponenti del No con i quali riterrebbero conveniente confrontarsi. Ne sono davvero lieto, visto che per quanto mi riguarda finora mi è parso piuttosto che gli esponenti del Pd, con l’eccezione di Pier Luigi Castagnetti, abbiano evitato qualsiasi…

Dettagli

Dispiace la partecipazione di Cuperlo alla manifestazione per il Sì

Voglio sperare che la partecipazione di Gianni Cuperlo alla manifestazione del Pd per il Sì al referendum non segni la sua defezione nella battaglia per la difesa dell’equilibrio costituzionale e per una nuova legge elettorale. Attorno a questa battaglia si è costituito un ampio schieramento di forze politiche e sociali della sinistra: non solo Sinistra…

Dettagli

Renzi incompatibile con i valori dell’Ulivo

È francamente vergognoso che il Presidente del Consiglio, tra le tante amenità regalate nella sua ennesima performance televisiva, definisca “esperto di birra” chi, come Bersani e altri, ha avanzato critiche sul condono e sulla cosiddetta norma Corona. Si conferma l’incompatibilità profonda tra Renzi e i valori etico-politici che erano stati alla base dell’Ulivo e del…

Dettagli

Tar? il voto smaschererà il ‘pacco’ Renzi

Il pronunciamento del TAR sul referendum si fonda su ragioni di competenza giurisdizionale e non entra nel merito della congruità del quesito referendario rispetto ai contenuti effettivi della riforma Renzi-Boschi. Non c’è da preoccuparsi, sarà il voto democratico dei cittadini italiani a smascherare l’ennesimo ‘pacco’ di Renzi. Il Presidente del Consiglio sottovaluta l’intelligenza degli italiani,…

Dettagli

Il Parlamento espropriato delle proprie funzioni

Questa riforma è stata votata da un Parlamento che si è visto espropriare le proprie funzioni da un Governo che ha esercitato un ruolo esorbitante e minaccioso. È una riforma che non semplifica e  che non fa risparmiare, se non in maniera risibile, e che taglia semplicemente una cosa, il potere dei cittadini, trasferendo la sovranità…

Dettagli

I burocrati del PSE si sono piegati ai concesrvatori

È veramente incredibile che i burocrati del Partito socialista europeo, dopo essersi piegati senza fiatare all’egemonia conservatrice e aver assistito inerti al disastro dell’Europa su tutti i temi decisivi, ora pensino di poter interferire nel voto dei cittadini italiani nel referendum costituzionale, suggerendo ai progressisti la scelta giusta. I veri progressisti sanno bene cosa fare:…

Dettagli

Da Renzi nessuna intenzione di modifica dell’Italicum

Le parole sprezzanti di Renzi in questi giorni nei confronti della minoranza del Pd confermano l’assenza di qualsiasi volontà reale di mettere in discussione l’Italicum. La manfrina della commissione di studio dopo che dieci componenti del Pd sono stati cacciati dalla ‘vera’ Commissione parlamentare durante l’esame della legge elettorale, nasconde la volontà di menare il…

Dettagli

Nel Pd ora esistono posizioni difficili da conciliare

Nel Pd siamo di fronte a due anime difficilmente conciliabili. Da una parte il renzismo e dall’altra un elettorato di sinistra che non è compatibile con le politiche del governo, sia sul piano democratico che quello economico-sociale. Quei dirigenti del Pd, come Bersani, Speranza e altri, che si stanno orientando sul No lo fanno per…

Dettagli

Il Professor D’Alimonte mette una pietra tombale sulle furbizie di Renzi

In un’illuminante intervista su l’Unità di oggi il professor D’Alimonte, l’inventore dell’Italicum, mette una pietra tombale sulle furbizie e sulle bugie di Renzi. Il professore riconosce apertamente che “se vince il No buonanotte anche all’Italicum”: riforma costituzionale e legge elettorale “vivranno o cadranno insieme” e quindi “il voto riguarda anche la legge elettorale, perché in…

Dettagli

Con il NO al referendum bloccheremo il disegno delle tecnocrazie

Matteo Renzi, le grandi banche d’affari internazionali e le tecnocrazie europee sono uniti e determinati nel volere la deformazione della Costituzione Italiana perché vogliono togliere ai cittadini quella sovranità popolare scritta nella nostra Carta. Lo fanno perché così possono proseguire indisturbati nello smantellamento dei diritti sociali, dal lavoro alla sanità, dalle pensioni all’istruzione, che nella…

Dettagli

Dalla Calabria, dal Mezzogiorno verrà un forte NO al Governo Renzi.

A Vibo abbiamo tenuto assieme all’Anpi una bella e partecipata manifestazione per il No al referendum. Siamo fiduciosi dei segnali che stiamo ricevendo dalla Calabria e dal Sud, da cui verrà una spinta molto forte per il No e per il cambiamento. Lo ha detto il deputato Alfredo D’Attorre, dell’esecutivo nazionale di Sinistra Italiana. Il…

Dettagli

Italicum: La mozione presentata dalla maggioranza è imbarazzante

Il voto contrario annunciato dal Pd sulla mozione di Sinistra Italiana e la presentazione di una mozione di imbarazzante vacuità, del tutto indefinita sui tempi e sui contenuti di una nuova legge elettorale, svelano definitivamente la manfrina del Presidente del Consiglio sull’Italicum. Renzi non ha alcuna intenzione di mettere in discussione il punto centrale del…

Dettagli

A Weidmann piace l’Italicum perché va bene a Berlino

Jens Weidmann, il Presidente della Banca centrale tedesca, oggi in un’intervista afferma che l’Italicum va bene. Si capisce. Grazie al trucco di trasformare una esigua minoranza degli aventi diritto al voto in una maggioranza assoluta di seggi, va bene senz’altro per chi pensa di poter continuare a imporre all’Italia governi che non rappresentano e non…

Dettagli

Sanità: blocchiamo la strisciante privatizzazione del sistema sanitario

L’ipotesi del taglio di un altro miliardo e mezzo alla sanità pubblica nella prossima legge di bilancio è assolutamente inaccettabile. Sarebbe un altro passo verso la privatizzazione strisciante del sistema sanitario che il governo sta portando avanti. Renzi smetta di fare il gioco delle tre carte sulla pelle del diritto alla salute degli italiani. Il…

Dettagli

Le parole del Presidente Mattarella proteggono il referendum da interferenze esterne

Sul piano istituzionale le sagge parole del Presidente Mattarella, ribadendo che il passaggio democratico del referendum costituzionale va affrontato con serenità e che la sovranità appartiene ai cittadini italiani, hanno messo al riparo la consultazione da interferenze esterne e forzature interne. Sul piano politico la netta presa di posizione del portavoce della cancelliera Merkel a…

Dettagli

Bene la minoranza PD che si schiera con il NO al Referendum

Il fatto che la minoranza del Pd si stia orientando verso il No al referendum costituzionale è un’ottima notizia. D’altronde, chi non si è piegato al ricatto della fiducia sulla legge elettorale non può certo abboccare alle manovre disperate di un Presidente del Consiglio che, per essere minimamente credibile, dovrebbe chiedere scusa per il grave…

Dettagli

Stupisce la disinvoltura con cui Napolitano cambia idea sull’Italicum

Mi colpisce il modo in cui l’ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano elude i solidi argomenti di merito e di metodo che sempre più si stanno affermando contro la modifica Renzi-Boschi della Costituzione, riducendoli a una esasperata contrapposizione personale al Presidente del Consiglio. Ancora più stupefacente è la disinvoltura con la quale il Presidente Napolitano…

Dettagli

Il M5S a Roma ha sbagliato, ma l’accanimento del PD non paga

Il M5S ha commesso errori seri in questo avvio dell’esperienza amministrativa di Roma, sia per la scelta di alcune figure, sia per l’assenza di trasparenza e linearità. Li ha commessi la sindaca Virginia Raggi, come il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, che vede intaccata la sua credibilità come leader. Vedo però un’offensiva nei confronti…

Dettagli

L’Italia centrale sconvolta dal terremoto. Sosteniamo uniti i soccorsi

Sono ore terribili, di dolore e angoscia. Ancora una volta l’Italia è stata colpita dalla furia del terremoto. Ora ogni energia va impegnata per sostenere i soccorsi. Come sempre, nell’emergenza il nostro Paese sarà capace di dare il meglio di sé. La Protezione Civile ha attivato un numero verde: 800 840 840, al quale si…

Dettagli

Il PIL fermo a Zero, ecco i risultati delle politiche economiche del governo

Il dato di crescita del Pil italiano nel secondo trimestre è la sintesi esatta dei risultati dei due anni e mezzo di politica economica del governo Renzi: zero. Dopo che il governo non è riuscito a sfruttare la congiuntura internazionale straordinariamente positiva del 2015, è ora patetico chiamare in causa la Brexit, che è peraltro…

Dettagli

Sulle Banche il governo dimostra la sua inadeguatezza

L’informativa alla Camera del Ministro Padoan sulla condizione delle banche e di MPS conferma l’inquietante inadeguatezza del governo di fronte a un’emergenza che mette a rischio l’intero sistema creditizio ed economico italiano. La “soluzione di mercato”, di cui Renzi e Padoan continuano a parlare, viene bocciata anzitutto dal mercato. La linea furbesca di negare la…

Dettagli

Bianca Berlinguer rimossa dal TG3 per paura

Sulla Rai il progetto del governo è molto chiaro: allineare tutte le testate sul Sì al referendum, neutralizzando le voci più autonome come quella di Bianca Berlinguer. L’obiettivo è la normalizzazione della Rai, per avere tutta l’informazione pubblica, pagata dai cittadini, schierata a sostegno della propaganda renziana. Si fatica infatti a capire, dal punto di…

Dettagli

Renzi e la distanza del governo dal Paese reale

Il Presidente del Consiglio utilizza strumentalmente un rimbalzino dei dati dell’occupazione, dovuto quasi interamente all’aumento del numero dei lavoratori ultracinquantenni bloccati al lavoro dalla legge Fornero, per rispolverare il suo trionfalismo. Eppure il tasso di disoccupazione rimane drammaticamente inchiodato quasi al 12% e la disoccupazione giovanile rimane tra le più alte in Europa, nonostante l’esplosione…

Dettagli

Napolitano sbaglia sull’Italicum

Il Presidente Napolitano ora scopre che l’Italicum non va più bene perché ci sono tre poli. Per la verità, tre poli c’erano anche quando l’Italicum è stato approvato, con una maggioranza più ristretta di quella di governo e con l’imposizione del voto di fiducia. Viene poi da chiedere a Napolitano se per lui invece continua…

Dettagli

Un treno e la normalità che diventano tragedia

Antonio aveva 15 anni, un talento per la musica e qualche debito formativo da colmare seguendo delle lezioni alla sua scuola prima dell’inizio vacanze estive. Per questo motivo ieri si trovava su quel treno. Come Fulvio, vice questore, che era su quella linea per riprendere servizio dopo le ferie o Jolanda, che che andava a…

Dettagli

Emmanuel, Don Vinicio e l’intolleranza

Ribellarsi al razzismo e alla violenza e morire pestati a Fermo, in Italia, nel 2016. Dopo essere fuggito dalla Nigeria, dalle brutalità di Boko Haram e aver perso una figlia e i genitori in quell’inferno. Per Emmanuel l’Italia doveva essere il luogo del riscatto, di una nuova vita con la propria compagna. È diventata il…

Dettagli

Oltre tre milioni e mezzo di firme contro il Jobs Act

Quasi tre milioni e mezzo di firme raccolte dalla CGIL contro il Jobs Act rappresentano una grande risposta democratica del mondo del lavoro a scelte sbagliate che hanno ridotto i diritti, accresciuto la precarietà e privilegiato solo il rapporto con alcuni grandi imprenditori. Gli stessi imprenditori che oggi, tramite Confindustria, fanno un vergognoso terrorismo psicologico…

Dettagli

Grazie a SI l’Italicum torna alla Camera

Grazie all’iniziativa di Sinistra Italiana, a settembre la Camera dovrà pronunciarsi su una mozione che chiede di cambiare l’Italicum, almeno nei suoi aspetti più discutibili e di dubbia costituzionalità (capilista nominati e abnorme premio di maggioranza al ballottaggio). È un passaggio che servirà a fare definitivamente chiarezza prima del referendum costituzionale. Lì verificheremo se il…

Dettagli

Brexit, il tempo del coraggio

Da cittadini italiani dobbiamo sperare che dal vertice di Berlino tra Merkel, Hollande e Renzi venga fuori uno scatto di reni all’altezza della gravità della situazione. Vi confesso che l’intervento del Presidente del Consiglio, che ho ascoltato stamattina alla Camera, non autorizza un particolare ottimismo. Frasi di circostanza, auspici di rito, nessuna proposta circostanziata e,…

Dettagli

Brexit e le responsabilità della UE

Il voto dei cittadini britannici a favore della Brexit è la drammatica conseguenza di una costruzione dell’Unione Europea sempre più incompatibile con il principio della sovranità popolare. A distanza di un anno dall’umiliazione inflitta al popolo greco, che si è visto cancellare il risultato di un referendum popolare dal ricatto delle istituzioni europee, il pronunciamento…

Dettagli

noidiciamono.it

Da ieri è attivo il sito www.noidiciamono.it, sul quale trovate i primi materiali della campagna di Sinistra Italiana per il NO al referendum costituzionale e le informazioni utili per registrarsi come volontari per la mobilitazione sul territorio. In poche ore siamo già a quasi mille iscritti! Facciamo in modo di coinvolgere il maggior numero possibile…

Dettagli

Cresce il NO in vista del Referendum

I sondaggi vanno presi con cautela, ma la tendenza a un rafforzamento del NO in vista del referendum costituzionale è percepibile tra gli elettori. Non credo che sia solo una conseguenza dell’esito delle amministrative. Fino a qualche mese fa molti, anche a sinistra, mi spiegavano che Renzi al referendum ci avrebbe travolto con la propaganda…

Dettagli

Il Fallimento del Jobs Act

Dopo l’esplosione dei voucher e il drastico calo dei contratti a tutele crescenti appena ridotti gli incentivi alle imprese, emerge adesso con più evidenza l’altro aspetto cruciale del Jobs Act: la spinta alla compressione degli stipendi. L’Italia è l’unico grande Paese dell’eurozona in cui nel primo trimestre si registra un calo dei salari. Come previsto,…

Dettagli

Il TTIP e il No di Sinistra Italiana

Oggi il Ministro Calenda è venuto a riferire alla Camera sul TTIP, il trattato di commercio transatlantico che Unione Europea e Stati Uniti stanno negoziando. Le trattative stanno procedendo segretamente. Dagli elementi finora noti viene la conferma che il trattato rischia di mettere in discussione pesantemente gli standard ambientali e sanitari di molti Paesi europei,…

Dettagli

Pensioni, la proposta del Governo è inaccettabile.

La proposta avanzata ai sindacati dal Ministro Poletti e dal sottosegretario Nannicini per rendere più flessibile l’età di pensionamento è semplicemente surreale. L’idea che si possa porre rimedio alle storture della legge Fornero senza impegnare risorse pubbliche, caricando interamente sui lavoratori il costo della flessibilità e procurando un ottimo affare alle banche e assicurazioni che…

Dettagli

Conferenza stampa sul voto del 5 giugno

Stamattina abbiamo fatto la riunione dell’esecutivo nazionale di Sinistra Italiana per l’analisi del voto e poi, a seguire, con Nicola Fratoianni abbiamo tenuto una conferenza stampa alla Camera. Dobbiamo avere l’intelligenza e l’umiltà di capire la lezione che ci viene da questo voto amministrativo, fare tesoro degli errori commessi e far ripartire con più forza…

Dettagli

Benigni, la Costituzione e la Riforma.

Sì, lo confesso, mi è spiaciuto leggere l’intervista a Repubblica con la quale Roberto Benigni si è pronunciato, sia pure tra molti distinguo e cautele, per il Sì al referendum costituzionale. Non solo perché smentisce l’orientamento verso il No che emergeva da precedenti sue dichiarazioni, ma soprattutto per gli argomenti avanzati. Benigni ammette che la…

Dettagli

PD e M5S, inciucio sulla legge per i Partiti

Oggi sono intervenuto alla Camera nella discussione generale della legge sui partiti. Assieme a Stefano Quaranta, che ha svolto la relazione di minoranza per Sinistra Italiana, ho denunciato l’accordo al ribasso tra Pd e M5S, che ha finito per svuotare del tutto le aspettative di cui questo provvedimento era stato caricato. Il M5S ottiene la…

Dettagli

Dalla parte di Alessio e della Costituzione

Alessio è uno studente di Giurisprudenza di Catania e partecipa a un incontro con la Ministra Boschi organizzato dal Rettore della sua Università. Quando si apre lo spazio per gli interventi del pubblico, Alessio, anziché limitarsi a un’innocua domanda, decide di esprimere con franchezza il suo dissenso profondo sulla riforma costituzionale ed elettorale. Lo fa…

Dettagli

Il PD calabrese e l’abbraccio con Verdini

La visita elettorale di Verdini a Cosenza a sostegno del candidato sindaco Guccione segna un salto di qualità nella perdita di freni inibitori e di senso del pudore da parte del Partito Democratico calabrese e nazionale. Addirittura Verdini arriva a vantarsi di essere stato ben accolto dai bersaniani locali. In realtà, a Cosenza è andato…

Dettagli

Renzi ora si tira indietro

Renzi deve essere davvero preoccupato di come sta andando la campagna referendaria se adesso invita a non personalizzare. E chi altri lo ha fatto se non lui finora? Evidentemente ora i suoi strateghi americani si accorgono che la scelta non sta funzionando. In ogni caso noi siamo assolutamente favorevoli a tenere il confronto sul merito…

Dettagli

La Boschi lasci in pace l’Anci

Mi permetto di offrire un suggerimento alla Ministra Boschi. Visto che attribuisce molto rilievo al voto dei simpatizzanti di CasaPound e visto che sicuramente condivide la teoria del suo premier Renzi secondo la quale sui voti non bisogna essere schifiltosi, specie in un referendum che sarà molto combattuto, potrebbe facilmente convincerli a votare sì. Basterebbe…

Dettagli

Sostieni Sinistra Italiana

Il progetto di Sinistra Italiana ha dalla sua parte la forza della militanza e della capacità di auto-organizzarsi dal basso. È la nostra unica grande risorsa a fronte delle ingenti forze economiche e mediatiche di cui dispongono i nostri avversari. Dopo l’abolizione del finanziamento pubblico, il 2×1000 è diventato l’unico canale per garantire un minimo…

Dettagli

La passerrella di Renzi in Calabria

La visita di Renzi a Reggio Calabria è l’ennesima passerella mediatica che, esattamente come le precedenti, non lascerà nulla alla Calabria e ai calabresi. In questa regione resta un vuoto enorme del governo sui temi della sanità, del lavoro, degli investimenti veri sulle infrastrutture. Spiace che anche la Giunta regionale del presidente Oliverio non stia…

Dettagli

Per la Costituzione

Non nascondiamoci dietro un dito e diciamo le cose come stanno: il voto di ottobre diventerà pro o contro Renzi anzitutto per l’impostazione che ha voluto dare all’iter delle riforme e al referendum costituzionale il Presidente del Consiglio. Lo hanno confermato in pieno le parole usate oggi a Firenze. Quale segno più evidente di un…

Dettagli

Calamandrei e il 25 aprile

“Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Ovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì, o giovani, col pensiero, perché lì è nata la nostra…

Dettagli

Renzi e l’astensionismo

Pezzi di classe dirigente del nostro Paese si sono messi a giocare con l’astensionismo. È grave che l’abbiano fatto anche il Presidente del Consiglio in carica e l’ex Presidente della Repubblica. Se Renzi avesse avuto coraggio, avrebbe fatto una legittima battaglia a viso aperto per invitare i cittadini a votare No al referendum contro le…

Dettagli

Dalla parte di Davigo

Colpisce davvero che i dirigenti del Partito Democratico reagiscano all’intervista del Presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati Davigo con gli stessi toni e argomenti che un tempo caratterizzavano il centrodestra e che oggi non a caso vengono riproposti da Cicchitto e dai verdiniani. È un gruppo dirigente Pd geneticamente modificato, che appare sempre più allergico al controllo…

Dettagli

chi vuole centrosinistra dica no a referendum

Per chi auspica un altro corso politico che dica no al partito della nazione e sì al centrosinistra l’appuntamento è quello con il referendum sulle riforme costituzionali del prossimo autunno. In quell’occasione ci sarà la possibilità per riaprire il centrosinistra. Quello sarà il vero confronto per archiviare la stagione renziana. Il referendum sulla riforma costituzionale…

Dettagli

Il No al referendum costituzionale di ottobre.

Il referendum del prossimo ottobre avrà come oggetto principale i dettagli della riforma costituzionale ma sarà un pronunciamento degli italiani sulla propria libertà di scegliere e di decidere su diverse idee di democrazia e società.  Il referendum  e la raccolta delle firme saranno anche l’occasione per aprire una nuova stagione politica, prima dell’ultimo appello: se…

Dettagli

Renzi condiziona il voto parlamentari, ma non quello degli italiani.

L’imposizione del voto finale al Senato sulla riforma costituzionale subito prima del rinnovo delle Commissioni e del rimpasto è il sigillo finale dell’atteggiamento mostrato dal governo in tutta questa vicenda”.  A Renzi  è riuscito di condizionare il voto del parlamentari ma non gli riuscirà certamente con il voto popolare. Grazie al referendum nonostante tutta la…

Dettagli

Renzi rifletta sulle sue colpe e sul suo isolamento

Orfini continua a fingere di non capire che la fine del centrosinistra è la diretta conseguenza delle scelte che Renzi ha compiuto a Roma, a partire dalla liquidazione di Marino. Da ultimo, Renzi e Orfini hanno respinto la proposta di un’alleanza civica nel segno di una netta discontinuità, senza simboli di partito, rilanciata da personalità…

Dettagli

In Calabria è emergenza democratica

L’ennesima vile intimidazione al presidente della commissione regionale contro la ‘ndrangheta Arturo Bova e’ un fatto gravissimo, che va condannato con fermezza ma che richiede adesso da parte delle istituzioni un salto di qualita’ nella lotta alla criminalita’ organizzata in Calabria. Ad Arturo Bova esprimo tutta la mia solidarieta’, nella consapevolezza  che reagira’ moltiplicando il…

Dettagli

Banca Etruria, Governo chiarisca.

Emerge in questi giorni un inquietante quadro di rapporti da parte dei genitori di figure chiave del governo con un torbido sottobosco affaristico-massonico, di cui il PD ha giustamente denunciato la pericolosita’ negli anni scorsi. Siamo oltre lo stantio odore di massoneria di cui ha parlato tempo fa un autorevole giornalista italiano. Le spiegazioni fin…

Dettagli

Interlocutori di Emiliano se autonomo da Renzi

Se Emiliano scegliera’ la strada dell’autonomia, della priorita’ degli interessi della Puglia e del Mezzogiorno rispetto a un posizionamento politico nazionale di convenienza rispetto a Renzi, e’ chiaro che trovera’ nella Sinistra, sulle cose concrete e sui programmi, un interlocutore attento e affidabile. Aspettiamo Emilano alla prova: mi pare ci sia la volonta’ di costruire…

Dettagli

Carrai a Palazzo Chigi sconcertante

Iniziative sconcertanti vengono annunciate nel campo degli apparati di sicurezza con la trasformazione di societa’ private di amici del premier in pezzi di apparati dello Stato. Mi riferisco alla vicenda che riguarderebbe Marco Carrai.  Tutto questo in un quadro in cui il governo ha adottato provvedimenti gravi e sbagliati su settori chiave come la scuola…

Dettagli

La Costituzione e la difesa dei suoi principi sarà al centro della nostra battaglia politica

“La battaglia politica” del gruppo parlamentare di Sinistra italiana sara’ incentrata sul “no” al complesso delle controriforme renziane che indeboliscono la nostra democrazia e rendono anche la societa’ piu’ disuguale e piu’ ingiusta”.  La Costituzione sara’ al centro della nostra battaglia politica per dire no all’impoverimento della nostra democrazia, e per dire si’ al modello…

Dettagli

Il caso banche rischia di minare credibilità Governo Renzi

Emerge in questi giorni un’inquietante quadro di rapporti da parte dei genitori di figure chiave del governo con un torbido sottobosco affaristico-massonico, di cui il PD ha giustamente denunciato la pericolosità negli anni scorsi. Siamo oltre lo stantio odore di massoneria di cui ha parlato tempo fa un autorevole giornalista italiano”. “Le spiegazioni fin qui…

Dettagli

Il Referendum greco e il ruolo dell’Europa

Il referendum greco, quale che sarà il suo risultato finale, segna uno spartiacque nella vicenda europea. Per la prima volta la tesi sull’insostenibilità sia democratica che economica dell’attuale assetto dell’euro esce dall’ambito dell’analisi intellettuale e si traduce in un atto politico a tutto tondo. Non la solita generica invocazione di un’altra Europa, ma un gesto…

Dettagli

Iniziamo

Ci siamo, inizia oggi la mia vita digitale. Ora possiamo conoscerci, confrontarci e chiarirci su questo sito, via Facebook alla pagina alfredo.dattorre e su twitter con @alfredodattorre. Mi trovate anche su Youtube.com con un canale ufficiale e potete scrivere a dattorre.comunicazione@gmail.com. Ho deciso di iniziare la mia vita digitale non solo perché, come mi dicono…

Dettagli

COSMOPOLITICA

Siamo in partenza per un viaggio nell’Italia reale, quella in cui tanti uomini e tante donne incontrano i problemi di ogni giorno e coltivano le aspirazioni per il proprio domani. Scappiamo dalla miseria di tanta politica italiana e dalla ipocrisia che in questi anni ha accompagnato la rinuncia a risolvere i veri problemi del paese:…

Dettagli

Il mio intervento per la nascita di sinistra italiana

Ricorderò per sempre il 7 novembre 2015, il giorno della nascita  di Sinistra Italiana. Nel mio intervento, quel giorno al teatro Quirino, ci sono tutte le ragioni profonde del perché dobbiamo impegnarci per ridare all’Italia una Sinistra che parli ai lavoratori, che riscopra i temi dell’uguaglianza e della difesa della nostra costituzione.

Schermata 2016-08-23 alle 16.29.52